I segreti della Pasta al Pomodoro

Ricette

I segreti della Pasta al Pomodoro

Pasta al pomodoro e olio extravergine

I segreti della Pasta al Pomodoro

 

 

Si apre con la settimana dedicata al pomodoro il Settembre Gastronomico, un mese ricco di eventi dedicato alle filiere della Food Valley.

Il pomodoro, che a Parma viene trasformato da alcune tra le più importanti industrie conserviere italiane, è anche l'ingrediente principale di uno dei piatti più rappresentativi della cucina italiana: la pasta al pomodoro. Si tratta di una ricetta semplice, facilissima nella sua realizzazione, ma non banale per quanto riguarda la scelta delle materie prime.

Vi forniamo alcuni consigli per realizzare una pasta al pomodoro a regola d'arte, per trovare l'equilibrio perfetto di sapori, la giusta dolcezza partendo già dalla scelta del tipo di pomodoro più adatto e dall'utilizzo del giusto olio Extravergine in abbinamento. 

Potrete ottenere così una pasta al pomodoro come quella della nostra foto, preparata per noi da Chef Gabriele Giovanelli del ristorante "La Terrazza del Conte" di Marina di Carrara.

 

 

SCELTA DEL POMODORO

Se si sceglie di preparate un sugo semplice, a breve cottura, la qualità del pomodoro è importantissima.  Per la scelta del pomodoro più saporito c’è davvero l’imbarazzo della scelta durante in mesi estivi: i migliori per il sugo sono i San Marzano, il pomodoro ciliegino o il pachino siciliano, il Siccagno che non viene irrigato e mantiene tutta la sua dolcezza, il pomodoro del Piennolo vesuviano, il Piccadilly. In generale la scelta deve ricadere su pomodori maturi, ma ancora sodi.

Di inverno invece è bene optare per una buona polpa di pomodoro o pelati.  I tempi di cottura variano. Si può cuocere il sugo per pochi minuti, giusto il tempo di far evaporare l’acqua dei pomodori o optare per una cottura lunga e a fuoco basso. 

Nei sughi a crudo o a breve cottura emerge il sapore del pomodoro fresco, mentre i sughi a lunga cottura risultano più densi e vellutati. Inoltre sappiamo  che il pomodoro è ricco di licopene, un pigmento vegetale che appartiene alla famiglia dei carotenoidi e conferisce a questi ortaggi il tipico colore rosso vivo. È uno dei più potenti antiossidanti per combattere i radicali liberi, sostanze che aumentano nei periodi di stress e durante l’esposizione ai raggi solari. Nei pomodori freschi questa molecola si attacca fortemente alle fibre vegetali e così, quando mangiamo i pomodori crudi resta attaccata alle fibre che non digeriamo. Al contrario la cottura  libera il licopene, che così aumenta la sua disponibilità per l’assorbimento umano. 

 

SCELTA DELL'OLIO EXTRAVERGINE

 Per il sugo di pomodoro è fondamentale utilizzare sempre e solo olio extravergine di oliva.  Per valorizzare il sapore del pomodoro consigliamo on olio Extravergine dal fruttato medio o intenso, o un olio extravergine biologico.

Per esaltare il gusto di un buon olio extravergine se ne può utilizzare metà nel soffritto per  cuocere l'aglio o la cipolla e l'altra metà a crudo, a fine cottura.

 

 

GLI AROMI

Il basilico è  l'erba aromatica che meglio si sposa con la pasta al pomodoro, ma se ne possono aggiungere altri come origano, prezzemolo o timo. L'importante è aggiungere questi aromi a fine cottura. Se volete aggiungere il peperoncino invece è preferibile  metterlo all’inizio quando fate soffriggere la cipolla o l’aglio.

Per una soluzione più pratica e gustosa vi suggeriamo di utilizzare i nostri condimenti Olive & Basilico o olio al basilico, da aggiungere come finitura sul vostro piatto.

 

05/Sep/19

Related posts